Bon Ton

Le bomboniere

603760_10200994135997373_989422967_n
sono un dono che si offre agli invitati come ricordo e ringraziamento per aver condiviso insieme la gioia del felice evento e, tra i non presenti, a coloro che hanno ugualmente offerto un regalo. Chi invece avrà fatto un piccolo dono o mandato fiori, pur non essendo stato invitato, riceverà come ringraziamento dei confetti, confezionati in graziosi sacchetti.

Generalmente nelle bomboniere e nei sacchetti si usa mettere cinque confetti, ma non è una regola ed il numero può variare, purché rimanga dispari. I cinque confetti simboleggiano salute, fertilità, lunga vita, felicità e ricchezza. Nelle confezioni, insieme ai confetti, si mette un bigliettino con i nomi dei festeggiati e la data della cerimonia. Per i battesimi si usa scrivere la data di nascita.

Un’ulteriore e molto gradita forma di ringraziamento, che consigliamo soprattutto ai novelli sposi, è quella di inviare, a cerimonia avvenuta, un bigliettino di ringraziamento a tutti gli invitati e a tutti coloro che hanno voluto partecipare alla vostra gioia con un dono, con una lettera o un telegramma di auguri.

Quando dare le bomboniere
Secondo il galateo, le bomboniere andrebbero date o inviate entro i successivi 20 giorni al matrimonio, in quanto la consegna prima della cerimonia sembrerebbe voler sollecitare un dono. Suggeriamo, per comodità, di distribuire le bomboniere al termine del ricevimento e per l’occasione prepariamo eleganti contenitori, vassoi d’argento o cesti sfiziosi. Se si vogliono consegnare prima della cerimonia, raccomandiamo comunque di farlo solo a regalo ricevuto. A quelli che non sono intervenuti alla cerimonia, le bomboniere andrebbero consegnate entro una decina di giorni.

Le Partecipazioni

partecipazioni-matrimonio-tradizionali
Sono i biglietti con cui si annuncia a parenti ed amici la celebrazione dell’evento. Possono essere definite il biglietto da visita del matrimonio, quindi vanno scelte con cura rispettando l’immagine che si vuole dare alla cerimonia, sia essa classica che informale.

Il Galateo esige la scrittura a mano degli indirizzi sulle buste seguendo questi accorgimenti:

se indirizzata ad una coppia con figli si scrive nome e cognome del capo famiglia senza aggettivi:
famiglia Alberto Rossi

se indirizzata ad una coppia senza figli o se non si vogliono invitare i figli:

Gentilissimi Alberto e Maria Rossi

nel caso non si conosca il nome della consorte :

Gentilissimo Alberto Rossi e Signora

se indirizzata ad una coppia di fidanzati si invia solamente ad uno dei due scrivendo il nome ed il cognome di lui seguito dal nome semplice di lei (o viceversa se l’invitato principale è la donna):
Gentilissimi Alberto Rossi e Maria

se indirizzata ad una donna separata o divorziata con figli, si scrive il nome e cognome della donna da signorina ed il nome dei figli con il cognome del marito.

Gentilissimi Maria Proietti, Alessandro ed Elisa Rossi

Non vanno posti titoli onorifici, accademici o professionali davanti a nomi e cognomi, ad eccezione dei titoli nobiliari.
Non vanno usati titoli parentali davanti ai nomi: es. Zio Alberto Rossi (si fa un’eccezione per i nonni).
Non si mette il mittente nella busta.

Le partecipazioni devono essere inviate per posta 45 gg. prima della cerimonia, 15 gg. prima se senza invito. Possono essere consegnate a mano, soprattutto ai parenti più stretti, scrivendo comunque il nome dell’invitato senza l’indirizzo ed usando la cortesia di porre, in basso a destra, la sigla SGM (sue gentili mani).
Consigliamo comunque di inviare le partecipazioni solamente agli invitati al ricevimento in quanto, se spedita ai non invitati, sembrerebbe voler sollecitare un dono.

Cosa poco elegante è anche inserire il nome del negozio dove si è fatta la lista nozze.

Gli inviti al ricevimento
L’invito al ricevimento consiste in un biglietto più piccolo (inserito nella partecipazione destinata agli invitati) nel quale andranno stampati, nello stesso stile delle partecipazioni, una frase d’invito, il nome e l’indirizzo del locale in cui si svolgerà la cerimonia e, in basso a destra, la sigla R.S.V.P. (Répondez s’il Vous Plaît) oppure la dicitura “si prega dare gentile conferma” se si desidera ricevere la conferma dell’invito.

I ringraziamenti Un’ulteriore e molto gradita forma di ringraziamento è quella di inviare, a cerimonia avvenuta, un bigliettino di ringraziamento a tutti gli invitati e a tutti coloro che hanno voluto partecipare alla vostra gioia con un dono, con una lettera o un telegramma di auguri.